sfondo
logo AIC Toscana
sostieni AIC

 

FC e AIC

LOGIN



ISCRIVITI Dimenticato la password?
<                                      >
gennaio 2017
lunmarmergiovensabdom
01
02030405060708
09101112131415
16171819202122
23242526272829
3031
Provincia di Massa Carrara Zona di Livorno provincia di Grosseto Provincia di Siena provincia di Arezzo Zona Fiorentina Provincia di Prato Provincia di Pistoia Zona Pisana Zona Lucchese Zona della Versilia Zona Empolese

Associazione Italiana Celiachia ONLUS Toscana

via Boncompagno da Signa, 22/C
50058 - Signa (FI)
P.I. 05197480485
C.F. 94062990489
Tel. 055.8732792
Fax 055.8790627
segreteria-regionale@celiachia-toscana.it
facebook

Orario di apertura segreteria:
dal lunedì al venerdì
9.00-13.00 e 14.00-17.00
la dietista è presente in sede compatibilmente con gli impegni esterni

I "Cuochi del Senza Glutine"


Gli Chef del Progetto AFC Toscana, svolgono un prezioso lavoro nell'ambito del Progetto AFC, e per esteso, per i soci AIC Toscana, le loro famiglie ed i celiaci in generale.

Un servizio sicuro e di qualità in ambito di ristorazione senza glutine rappresenta non solo un valore aggiunto nella preparazione professionale, ma anche una significativa ed impagabile riduzione del disagio sociale che i celiaci possono avvertire ogni volta che escono dal proprio contesto domestico-familiare.

Gli Chef AFC rivestono davvero un ruolo da protagonista assolutamente indispensabile.

È anche grazie al lavoro di Chef professionisti specializzati che la Toscana è considerata il “fiore all’occhiello” del progetto AFC Nazionale che, a sua volta, gode di fama e considerazione.

Quest’anno il Progetto AFC si è guadagnato il premio ”Italia a tavola” conferito dal Movimento per la Difesa del Cittadino e Legambiente!

Proprio a sostegno di un lavoro serio e sempre più “professionale”, si desidera sottolineare che gli Chef AFC Toscana partecipano ai vari moduli formativi che sono previsti dal Progetto AFC regionale e che sono istruiti su quelle che sono le nozioni chiave della corretta dieta senza glutine (approvvigionamento, stoccaggio delle derrate alimentari, preparazione delle pietanze, rischio contaminazione e “cross contamination”, uso del Prontuario AIC, norme e delibere vigenti in Regione Toscana, etc.) e sulle techiche precipue delle preparazioni senza glutine.

Questo è segno e testimonianza di serietà e rispetto per il lavoro che il Progetto stesso richiede...






pagina aggiornata il 04/04/2015