sfondo
logo AIC Toscana
sostieni AIC

 

FC e AIC

LOGIN



ISCRIVITI Dimenticato la password?
<                                      >
aprile 2017
lunmarmergiovensabdom
0102
03040506070809
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Provincia di Massa Carrara Zona di Livorno provincia di Grosseto Provincia di Siena provincia di Arezzo Zona Fiorentina Provincia di Prato Provincia di Pistoia Zona Pisana Zona Lucchese Zona della Versilia Zona Empolese

Associazione Italiana Celiachia ONLUS Toscana

via Boncompagno da Signa, 22/C
50058 - Signa (FI)
P.I. 05197480485
C.F. 94062990489
Tel. 055.8732792
Fax 055.8790627
segreteria-regionale@celiachia-toscana.it
facebook

Orario di apertura segreteria:
dal lunedì al venerdì
9.00-13.00 e 14.00-17.00
la dietista è presente in sede compatibilmente con gli impegni esterni

I progetti di AIC Toscana

PROGETTO EROGAZIONE dei PRODOTTI SENZA GLUTINE

Pochi anni dopo la sua nascita, l’AIC nel 1982 ha raggiunto l’importante obiettivo dell’erogazione gratuita dei prodotti dietoterapeutici, essenziali per poter seguire la dieta senza glutine (decreto ministeriale 1.07.1982). Questo è stata una tappa fondamentale. Siamo partiti da una fornitura dei prodotti da parte delle Aziende USL entro limiti quantitativi, concordati con AIC, determinati sulla base del fabbisogno massimo per fascia di età e con una scelta molto limitata. Si deve però aspettare il 2000 per avere in tutta la Toscana la stesse modalità di erogazione che viene allargata alle farmacie convenzionate.

Successivamente, nel 2001 con il decreto Veronesi (DM 8.06.2001) è stato fatto un ulteriore passo in avanti: all’art. 6 viene previsto che, oltre ai presidi dalle Aziende USL, i prodotti possono essere erogati direttamente anche dalle farmacie convenzionate o da altri fornitori incaricati dalle Aziende USL, secondo specifiche direttive emanate dalle Regioni. E’ proprio questo articolo che ha posto le basi per allargare la distribuzione gratuita ai negozi specializzati e alla GDO (grande distribuzione). Si tratta di un traguardo veramente importante, perché fornisce ai celiaci un servizio dalla doppia valenza, pratica e psicologica: da un lato la comodità di fare la spesa per tutta la famiglia; dall’altro la “demedicalizzazione” della celiachia. Inoltre si viene a creare una concorrenza che potrà innescare (questo è l’augurio di AIC) un meccanismo utile ad abbattere i costi troppo elevati dei prodotti senza glutine. In questo percorso non vogliamo certo dimenticare che le farmacie mettono a disposizione del celiaco un importante valore aggiunto, quale il rapporto diretto col farmacista e la sua professionalità, l’ampio assortimento e la presenza capillare sul territorio.

La Regione Toscana, con delibera n. 1127/2005 ha regolamentato quanto inserito nel decreto, prevedendo l’erogazione tramite buoni mensili di taglio diverso.

Con l’inizio del 2006 si apre una nuova importantissima fase sperimentale per l’erogazione gratuita dei prodotti senza glutine che riguarda il territorio della Azienda USL 10 (Firenze) e della Azienda USL 6 (Livorno). Grazie ad un accordo sottoscritto fra Regione Toscana, AIC Toscana, Unicoop Firenze e Unicoop Tirreno è stato reso possibile utilizzare i buoni per i prodotti sg anche al supermercato. La novità prevede che i buoni possono essere spesi solo nel mese di riferimento e oltre a farmacie e supermercati i prodotti si potranno acquistare (con i buoni) anche nei negozi autorizzati. L’obiettivo di AIC dal 2006 in poi è stato quello di ampliare via via la gamma dei prodotti disponibili e soprattutto di estendere questo progetto a tutte le Aziende USL regionali.

Ad oggi, in Toscana, il progetto è stato recepito da tutte le Azienda USL e i buoni sono accettati da gran parte delle catene della grande distribuzione e da un numero sempre crescente di negozi specializzati.


contatti per informazioni: 
Wanda Carusi: e-mail segretario@celiachia-toscana.it cell. 349-8845081









pagina aggiornata il 04/04/2015