sfondo
logo AIC Toscana
sostieni AIC

 

FC e AIC

LOGIN



ISCRIVITI Dimenticato la password?
<                                      >
gennaio 2019
lunmarmergiovensabdom
010203040506
07080910111213
14151617181920
21222324252627
28293031
Provincia di Massa Carrara Zona di Livorno provincia di Grosseto Provincia di Siena provincia di Arezzo Zona Fiorentina Provincia di Prato Provincia di Pistoia Zona Pisana Zona Lucchese Zona della Versilia Zona Empolese

Associazione Italiana Celiachia ONLUS Toscana

via Boncompagno da Signa, 22/C
50058 - Signa (FI)
P.I. 05197480485
C.F. 94062990489
Tel. 055.8732792
Fax 055.8790627
segreteria-regionale@celiachia-toscana.it
facebook

Orario di apertura segreteria:
dal lunedì al venerdì 9.00-17.00
la dietista è presente in sede compatibilmente con gli impegni esterni

Ricette

Benvenuti nel mondo delle ricette senza glutine!

PAN DI SPAGNA (per Dolce Mimosa)

difficoltà:

facile

200 gr. zucchero

140 gr. di farina Bi-Aglut

100 gr. di fecola di patate consentita

5 uova

1 cucchiaino di lievito consentito

la scorza di un limone grattugiato

sale q.b.


preparazione:

In una ciotola lavorare i tuorli con lo zucchero e il limone grattugiato fino ad ottenere un composto chiaro e soffice. A parte montare gli albumi a neve con un pizzico di sale. Setacciare insieme le due farine e il lievito, aggiungervi le chiare montate a neve, girando sempre dal basso verso l'alto per non smontare il composto. Versare l'impasto ottenuto in una teglia di 26 cm di diametro precedentemente imburrata e infarinata. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 40 minuti. Sfornare e riempire a piacere.

Nota: L'impasto viene altrettanto bene con questo metodo: sbattere le uova intere, il limone grattugiato, lo zucchero e montare il composto. L’impasto è pronto quando, alzando la frusta e lasciando ridiscendere il composto sull’impasto stesso, si formano delle linee consistenti e durevoli.

A questo punto unire al composto le farine e il lievito, amalgamare il tutto girando sempre dal basso verso l'alto, e procedere poi come sopra descritto.

Edda Bacci Crescioli



pagina aggiornata il 04/04/2015