accedi-icon

Alimentazione Fuori Casa

Il progetto nazionale Alimentazione Fuori Casa nasce nel 2000 dall’esigenza dell’Associazione Italiana Celiachia di creare una catena di esercizi informati sulla celiachia che possano offrire un servizio idoneo alle esigenze alimentari dei celiaci come mangiare fuori per motivi di lavoro, personali o di svago senza correre rischi.

Cosa significa far parte del Network AFC

Negli anni il progetto AFC è diventato in Italia sinonimo di sicurezza e qualità in ambito di ristorazione senza glutine: un modello da esportare anche nel resto del mondo. È anche grazie al lavoro dei professionisti aderenti al network che la Toscana è considerata il “fiore all’occhiello” del progetto AFC Nazionale. L’obiettivo di AIC Toscana è quello non solo di ampliare il progetto e coinvolgere un maggior numero di esercenti ma anche, e soprattutto, di far crescere il livello qualitativo del servizio di ristorazione senza glutine.

Sei un esercente? Scopri come entrare nella catena AFC

Segui il percorso formativo – In Toscana qualsiasi esercizio alimentare (ristoranti, trattorie, gelaterie, rosticcerie, laboratori artigianali, ecc.) che abbia intenzione di preparare e somministrare al cliente finale un prodotto senza glutine, deve seguire il percorso formativo e normativo indicato dalle linee di indirizzo, approvate dalla Regione Toscana, con Delibera Regionale n.1128/2020.

Le linee di indirizzo prevedono in sintesi:
– la partecipazione a corsi di formazione accreditati, tenuti dalla ASL o da Agenzie formative accreditate, in base alla classe di rischio cui l’attività appartiene per la produzione;
– l’adeguamento del piano di autocontrollo interno, secondo le indicazioni di massima, individuate nelle linee di indirizzo;
– la comunicazione agli Uffici competenti delle ASL della denuncia di inizio attività (SCIA).

I vantaggi di essere un esercizio del network AFC

Essere un esercizio della catena AFC rappresenta non solo un valore aggiunto nella preparazione professionale, ma anche avere una significativa ed impagabile sensibilità nei confronti delle esigenze alimentari della clientela celiaca.

Una volta seguito l’iter obbligatorio e propedeutico all’adesione al Protocollo AFC, proposto ai Responsabili dei vari esercizi consente di poter:

  1. Far parte dei locali AFC e quindi essere inserito nella Guida cartacea AFC e nell’APP “AIC Mobile”
  2. Accettare almeno un monitoraggio annuale, effettuato dai tutor volontari o da professionisti di AIC Toscana, sulle attività degli esercizi, e ricevere così una consulenza, in generale, per migliorare la qualità e la sicurezza dell’esercizio;
  3. Ricevere annualmente la Vetrofania, un logo identificativo che indica l’appartenenza al progetto AFC per l’anno di riferimento;
  4. Ricevere riviste, comunicazioni ecc. anche edite a stampa, sulle attività e progetti della Associazione.
 

Vuoi entrare a far parte del network AFC?

Per l’adesione al Protocollo, l’esercizio deve corrispondere ad AIC TOSCANA, a partire dal secondo anno, la quota annuale di euro 35 + IVA, previa emissione di fattura da parte di AIC Toscana.

Per l’adesione al Protocollo occorre far riferimento alla Dott.ssa Francesca Quadri, Dietista e referente del Progetto AFC, Tel: 348.0815675 email: referenteafc1@celiachia-toscana.it

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui