accedi-icon

Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia – anno 2019

C_17_notizie_5358_immagineEvidenza

Il Ministero della salute è impegnato da anni sul tema della celiachia. La Relazione è stata presentata al Parlamento il 4 marzo 2021.
Nel 2019 in Italia il numero di celiaci ha raggiunto i 225.418 soggetti con più di 11.000 diagnosi effettuate.
Per il celiaco l’unica prescrizione scientificamente valida è la rigorosa dieta senza glutine ed il Servizio Sanitario Nazionale garantisce mensilmente al celiaco un sostegno per l’acquisto degli alimenti appositamente formulati.
Gli alimenti erogabili gratuitamente sono alimenti sostitutivi di quelli che tradizionalmente contengono glutine e sono elencati in un Registro Nazionale (per impresa e per prodotto).

Per favorire la corretta alimentazione anche fuori casa, ogni anno il Ministero della salute ripartisce tra le Regioni dei fondi che hanno l’obiettivo di garantire la somministrazione dei pasti senza glutine nelle mense e favorire le attività formative destinate agli Operatori del Settore Alimentare.

Nell’esercizio finanziario 2020, sulla base dei dati del 2019, sono stati impegnati e pagati in favore delle Regioni 325.696,74 € per garantire la somministrazione dei pasti senza glutine e 535.464,45 € per le attività formative destinate agli operatori alimentari, per un totale di 861.161,19 €.

Il documento sintetizza i dati epidemiologici, le novità scientifiche e le attività regolatorie più significative dell’anno ed è il frutto della costante collaborazione tra istituzioni centrali e territoriali, associazioni di categoria ed imprese che insieme e con dedizione e impegno contribuiscono a salvaguardare la salute dei cittadini.

Consulta il documento completo:

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui