accedi-icon

PANE CON LIEVITO MADRE (CEPPO)

Nome dell’autore

EDDA BACCI

Difficoltà

Facile

Ingredienti

Per 500 gr. di farina senza glutine
  • 400 gr di lievito madre (inverno)  o 350 gr di lievito madre (estate)
  • 100 gr di acqua gassata tiepida
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • sale q.b.
  • 140 gr di farina da dividere a piacere. (esempio:  60 gr di farina Mix.B, 50 gr di farina saraceno consentita, 30 gr. di farine di riso o mais o dietoterapeutiche)
Impastare il tutto e far lievitare finchè l’impasto non  raddoppia. A questo punto la pasta acida è pronta per fare il pane. Ricetta Pane:
  • 500 gr. farina totale:
  • 350 gr. Mix B Schar
  • 50 gr. di farina di grano saraceno (consentita)
  • 40 gr. farina di riso (consentita)
  • 60 gr. di farina Coop o Ds- o altre farine usate abitualmente
  • 430 gr. di acqua  (oppure metà latte di soia e  metà acqua) + 70 gr di acqua se necessita
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di aceto
  • 2 cucchiai olio d’oliva
  • sale q.b.

Procedimento

Mettere nell’impastatrice 430 gr di acqua e lo zucchero. Sciogliere il lievito madre, aggiungere poi la farina tutta insieme e iniziare a impastare. Aggiungere olio e per ultimo il sale a piacere.

Impastare almeno 10-15 minuti (aggiungendo se occorre un po’di acqua) fino a quando l’impasto risulta omogeneo, soffice ed elastico.

Lasciare riposare l’impasto per 30 minuti nell’impastatrice. Si impasta di nuovo ancora per pochi minuti dopo di che si mette un po’ di farina sulla spianatoia e si rovescia sopra l’impasto dando la forma desiderata, filone, sfilatini, panini…

E’ consigliato l’utilizzo delle spatole dette tarocchi. Il pane, adagiato su una teglia con carta da forno, viene coperto con un panno di cotone e pellicola per alimenti, e lasciarlo lievitare per circa 2 ore in base alla temperatura esterna.

A forno preriscaldato inserire tazza di acqua per creare umidità sul fondo, infornare a 200° per un’ora le forme grandi, 40/45 minuti le forme piccole e 35 i panini più piccoli.

 

Perché  l’aceto?

L’aggiunta di aceto all’impasto (acido acetico, serve a creare un ph ottimale 5,5) impedisce la formazione di batteri, BACILLUS SUBTILIS, che darebbe odore  e sapore sgradevole al pane. Questi bacilli, resistenti alle temperature che si raggiunge nella cottura del pane, sono eliminati con l’aggiunta di aceto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui